L’informazione ci rende liberi !

Mercoledì 7 Febbraio IEM a Citivanova Marche per parlare di inquinamento elettromagnetico

A condurre l’iniziativa su inquinamento elettromagnetico avremo Massimo Sperati, consulente in biotecnologie naturali.

Inquinamento Elettromagnetico, analisi del fenomeno

I campi elettromagnetici stanno guadagnando sempre più importanza in relazione allo sviluppo estensivo dei sistemi di telecomunicazione distribuiti su vasta scala nel territorio. Questo aumento di rilevanza è attribuibile anche all’ampliamento della rete di trasmissione elettrica e all’espansione dell’urbanizzazione, che suscitano crescente interesse riguardo ai potenziali impatti sulla salute associati alla permanenza prolungata vicino a fonti di emissione di onde elettromagnetiche.

Il concetto di “inquinamento elettromagnetico” è collegato alla creazione di campi elettrici, campi magnetici e campi elettromagnetici di origine artificiale, ossia non derivanti dal naturale campo terrestre o da eventi naturali come un fulmine che genera un campo elettrico.

Le onde elettromagnetiche si diffondono attraverso impianti radio-TV e per la telefonia mobile, oltre che attraverso elettrodotti destinati al trasporto e alla trasformazione dell’energia elettrica, dispositivi per applicazioni biomedicali, impianti industriali e tutti quei dispositivi che operano grazie all’alimentazione di rete elettrica, come gli elettrodomestici.

Mentre i sistemi di teleradiocomunicazione sono progettati per emettere intenzionalmente onde elettromagnetiche, impianti di trasporto e utilizzatori di energia elettrica rilasciano campi elettrici e magnetici nell’ambiente circostante in modo non intenzionale.

I campi elettromagnetici si diffondono attraverso onde elettromagnetiche, e la frequenza di queste onde, espressa in Hertz (Hz), rappresenta il numero di oscillazioni che l’onda elettromagnetica compie in un secondo.

L’avvio del 5G, la prospettiva del 6G portano un incremento del fenomeno elettromagnetico nelle nostre vite.

Se il 5G prevede onde a 26 GHz, il 6G porterà le frequenze fino a 96GHz. La continua esposizione potrebbe comportare danni alla salute. Non possiamo fermare lo sviluppo tecnologico, ma possiamo aumentare la consapevolezza rispetto al fenomeno e sfruttare la tecnologia proprio per limitare al massimo i possibili danni.

Le serate di IEM hanno proprio questo scopo: sensibilizzare, coscientizzare rispetto al fenomeno dell’inquinamento elettromagnetico e fornire informazioni scientifiche sulle possibilità che oggi abbiamo di difenderci e di impiegare in modo consapevole la tecnologia.

Inquinamento elettromagnetico Civitanova Marche
Inquinamento elettromagnetico Civitanova Marche

Uno dei luoghi in cui siamo maggiormente vulnerabili al fenomeno è proprio quando solleviamo i piedi da terra e ci corichiamo nei nostri letti. Nella fase del sonno siamo estremamente vulnerabili alle frequenze e le stesse possono impedirci di avere un sonno ristoratore. Come afferma Paolo Polizzi nella video intervista IEM, non si tratta di impedire lo sviluppo tecnologico, di rinunciare alla tecnologia, ma semplicemente di essere consapevoli e capire come poterci difendere e schermare dalle frequenze che non sono benefiche per la nostra salute.

Programma evento inquinamento elettromagnetico

Ore 18:00: Accoglienza
Ore 18:30: Conferenza informativa

L’evento è gratuito, ma la prenotazione è obbligatoria a causa dei posti limitati. Per confermare la partecipazione, puoi contattare Fabio Paolucci 331 8569834

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.